24/07/2019

(Il Sole 24 Ore del 24/7/2019, Norme e Tributi, pag. 21, Laura Ambrosi)
Contenzioso – L’impresa aveva dato in locazione il bene patrimoniale

La società può beneficiare della detrazione del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici anche se concessi in locazione a condizione che si tratti di beni patrimoniali e non strumentali o merce. A confermare questo principio è la Cassazione con la sentenza 19815 depositata ieri.

La vicenda trae origine da un avviso di accertamento con il quale veniva disconosciuto a una società immobiliare la detrazione del 55% per spese relative ad interventi di riqualificazione energetica di un edificio. Il provvedimento veniva impugnato dinanzi al giudice tributario che, per entrambi i gradi di merito confermava l’illegittimità della pretesa. L’Agenzia ricorreva così in Cassazione lamentando, in estrema sintesi, un’errata interpretazione della norma.

I giudici di legittimità hanno innanzitutto rilevato che la norma (articolo 1, commi 344 e seguenti della legge 296/2006) ha previsto che per le spese documentate sostenute per interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, spetta una detrazione dall’imposta lorda per una quota pari al 55% degli importi rimasti a carico del contribuente.

Il decreto attuativo con riferimento ai soggetti ammessi alla detrazione ha incluso oltre alle persone fisiche non titolari di reddito di impresa, anche i soggetti titolari di reddito di impresa per le spese relative all’esecuzione degli interventi di risparmio energetico sugli edifici esistenti di qualsiasi categoria catastale.

La Suprema corte ha pertanto ritenuto che il bonus del 55% si rivolge a un’ampia platea di beneficiari, senza nessuna esclusione per le società, in quanto soggetti, al pari di altri, titolari di reddito di impresa. La Cassazione già in passato (12466/2015) aveva affermato che per un’esigenza di parità di trattamento delle persone fisiche e delle imprese, la norma agevolativa si riferisse anche ai beni patrimoniali produttivi di reddito fondiario, i cui costi non concorrono come componenti negativi alla formazione del reddito di impresa.

leave a reply

10 + 13 =